Risvolti occupazionali

Il corso di formazione prospetta i seguenti sbocchi professionali:

  • Industrie farmaceutiche e CRO: per il laureato in Medicina e Chirurgia si aprono interessanti prospettive di carriera nella Direzione della Ricerca Clinica che si occupa dello sviluppo clinico dei farmaci sino alla loro registrazione, nella Direzione di Unità Terapeutica, che in collaborazione con il Marketing segue lo sviluppo di prodotti nelle diverse aree terapeutiche, nella Direzione Medica, responsabile di tutte le attività mediche riguardanti i farmaci prima e dopo la loro commercializzazione e della comunicazione scientifica.

  • Per i laureati in altre discipline biomediche, da iniziali funzioni di ClinicalResearch Assistant o di Monitor responsabile del monitoraggio dei clinical trials, chi ottiene la certificazione puo' passare a incarichi di maggiore contenuto scientifico e impegno gestionale, come responsabile dell'organizzazione e gestione degli studi clinici (Clinical Trials Manager), come capo-progetto (Project Manager), o come responsabile del team di gestione (Team Leader).

  • Un altro importante sbocco é rappresentato dall'Assicurazione di Qualità , come Quality Assurance Manager, responsabile della verifica della qualità degli studi e della loro conformità alle procedure e alle norme e disposizioni di legge.

  • La sicurezza d'impiego dei farmaci rappresenta oggi un aspetto importantissimo e di grande responsabilità pubblica. Nelle aziende farmaceutiche, nelle CRO e nei grandi istituti di ricerca sono oggi operanti Safety&Pharmacovigilance Manager il cui compito é raccogliere tutte le segnalazioni provenienti sia dalla farmacovigilanza attiva che da quella passiva, convogliando le informazioni come prescritto sia dalle procedure interne che dalle norme in materia.

  • La complessità delle procedure di accesso alla sperimentazione clinica, specie in materia di studi multicentrici internazionali richiede la presenza di un Regulatory Affairs Manager che, coadiuvato da idonei assistenti, imposti e conduca tutte le pratiche necessarie per la presentazione delle domande di sperimentazione, segua le pratiche regolatorie durante questa e s'incarichi della presentazione delle domande di autorizzazione all'immissione in commercio una volta completato il dossier degli studi pre-clinici e clinici.


  • Ulteriori sbocchi professionali aperti dal corso di formazione sono rappresentati da:


    • Segreteria scientifica di Comitati Etici per la quale viene richiesta una approfondita conoscenza della materia che consenta la disamina competente dei documenti da sottoporre al Comitato Etico.

    • Coordinamento delle sperimentazioni cliniche presso Ospedali di ricerca e IRCCS.

    • In strutture pubbliche come le ASL o l'AIFA, il possessore del corso di formazione può configurarsi come persona di riferimento per le sperimentazioni cliniche.

    • Attività di coordinamento e segretariale del Comitato Etico di una importante ASL nel cui ambito operino importanti ospedali di ricerca nonché gruppi di ricerca costituiti da medici di medicina generale, dell'attività di farmacovigilanza presso le Regioni, ecc.